Scegliere il fotografo di matrimonio…che impresa!

 

Mi è capitato di recente di discutere con un amico appassionato di fotografia in merito alla qualità delle immagini che i fotografi di matrimonio propongono nei loro siti e nelle loro pagine Facebook.

 

Concordavo con lui sia quando mi faceva notare la crescente qualità delle foto che vengono messe in mostra sia quando parlava delle difficoltà che una coppia di futuri sposi deve affrontare al giorno d’oggi per selezionare il fotografo più adatto a seguire il proprio matrimonio, in questo mare magnum di liberi professionisti e studi fotografici.

E’, in effetti, un gran bel problema e non mi sogno minimamente di provare a dare una soluzione. Anche se la più ovvia (e di parte!) sarebbe sicuramente: scegliete Foto Alex. 🙂

In realtà l’intento di questo post è fornire una serie di consigli alle coppie di sposi perché possano avere gli strumenti più adatti per valutare cosa può fare al caso loro, quando si tratta di wedding photography.

 

Il primo suggerimento è: non fermatevi alle “foto di copertina”.

Difficilmente un fotografo di matrimonio metterà nella sua pagina Facebook o nel suo sito internet una foto che giudica brutta o malriuscita. Anzi, si cerca sempre di mostrare il meglio del meglio.

Per questo motivo è bene andare oltre il “WOW!” che può suscitare la vista di uno scatto pazzesco ed esplorare quante più foto possibili di uno stesso matrimonio. In particolare, il mio consiglio è prestare attenzione alle foto secondarie, quelle che possono sembrare più normali e meno eclatanti, ma che in realtà raccontano molto della passione e dell’impegno che un fotografo mette nel proprio lavoro.

Mi spiego meglio: i siti internet traboccano di immagini di sposi felici, inseriti nei più disparati e accattivanti contesti: vigneti in collina, montagne al tramonto, cittadine pittoresche ecc… ecc…, e ci mancherebbe! Ma quando passate in studio per farvi fare un preventivo guardate più foto possibili. Dalle foto di gruppo, che potrebbero sembrare banali, alle immagini della cerimonia (le chiese sono ambienti particolarmente ostici e ricchi di sfide) per finire con gli scatti serali, quando la luce inizia a farsi più scarsa e complicata da gestire. Solo così vi farete un’idea della qualità complessiva dell’operato di un fotografo, al di là dei suoi “picchi creativi”.

 

Il secondo e ultimo consiglio, che vale un po’ per tutte le decisioni che concernono l’organizzazione delle vostre nozze, è lasciatevi guidare dall’istinto e dal cuore. Ingaggiare uno o due fotografi per il servizio matrimoniale è anche un’esperienza di “convivenza per un giorno” con dei professionisti che staranno con voi sempre e non vi perderanno di vista un attimo. Se a pelle sentite che c’è feeling, non pensateci due volte…è il fotografo che fa per voi! Se invece percepite freddezza e “qualcosa che non vi convince”, lasciate perdere e passate oltre.

 

Il lavoro che facciamo è bello proprio per questi due aspetti. Si tratta di coniugare la professionalità con cui si realizzano le foto ad una parte più psicologica: essere in grado di far sentire a proprio agio due persone che magari si conoscono poco e trasmettere loro la serena consapevolezza di avere al proprio fianco un fotografo discreto, quasi invisibile, su cui però poter fare sempre affidamento.

 

E se anche tu stai cercando un fotografo per il tuo matrimonio, passa trovarci nel nostro studio di Fontaniva (vicino a Cittadella, in provincia di Padova)…abbiamo un sacco di foto “non pubblicate” che aspettano solo di essere viste!

 

No Comments

Post A Comment