L’album dei provini, la selezione degli scatti e la postproduzione fine

 

Una parte del lavoro del fotografo di matrimonio che spesso rimane “nell’ombra” è quella che riguarda le attività a cui ci dedichiamo subito dopo avere immortalato una cerimonia.

Stiamo parlando, più nel dettaglio, del backup delle foto, della selezione degli scatti da consegnare agli sposi e della realizzazione dell’album dei provini. Ma andiamo con ordine.

 

Il backup delle immagini

Preservare nel tempo i contenuti digitali è un’impresa più ardua di quanto possa sembrare, e comporta un notevole impegno sia lavorativo che economico. In sostanza, per scongiurare il rischio che un guasto, un inconveniente o un imprevisto provochino lo smarrimento anche di un solo scatto, ci premuriamo di effettuare il backup di tutte le foto all’interno di più supporti digitali, costantemente monitorati e periodicamente aggiornati. Un’attività indispensabile, che richiede spazi di archiviazione di gran lunga superiori a quelli con cui abitualmente ci interfacciamo.

 

La selezione delle immagini

Scegliere le foto ed effettuare un’iniziale scrematura degli scatti non è mai semplice, ma è un servizio che offriamo agli sposi e che, in un certo senso, pretendiamo di essere noi ad eseguire in ogni occasione. Consegnare tutto lo scattato ai nostri clienti sarebbe fin troppo comodo per noi, lascerebbe a chi ci ingaggia il compito arduo di orientarsi tra migliaia di foto per decidere quali inserire nell’album nozze e quali, invece, non prendere in considerazione. Ma non sarebbe affatto professionale, né tantomeno utile agli sposi.

Per regalarvi un racconto quanto più lineare, coerente e anche artistico della vostra giornata è giusto e doveroso che la prima selezione delle foto venga effettuata da chi ne ha la massima competenza. Sia sotto il profilo tecnico (in questo caso per scegliere, a parità di momento e soggetto, le immagini meglio composte, con la luce ottimale e la profondità di campo più idonea), che dal punto di vista fotografico e emozionale (eliminando inutili “doppioni” o foto che non aggiungerebbero nulla alla storia del vostro giorno speciale). Solo in questo modo riusciamo a consegnarvi un book dei provini composito, sfaccettato e variegato, ma al tempo stesso coerente e essenziale, con cui destreggiarvi nella scelta degli scatti da inserire nel vostro wedding album.

 

Il libro dei provini

E’ uno strumento fondamentale per agevolarvi nella consultazione di tutto quello che abbiamo immortalato come fotografi del vostro matrimonio. Le foto che trovate all’interno sono il frutto della prima scrematura di cui sopra, e vengono stampate su carta offset in risoluzione media proprio perché il loro compito principale è farvi vedere l’idea dello scatto, e non la foto bella e finita. Dovreste considerarlo alla stregua di quei campionari che si sfogliano per decidere le finiture di un mobile nuovo, o la tinteggiatura della propria casa. Il bello di ricevere l’album sta tutto nella sorpresa che leggiamo nei vostri occhi mentre lo sfogliamo assieme per la prima volta. E siamo felici di sentirvi dire: “Alex, ma sai che vista dai provini questa foto non sembrava così bella!“. Per questo motivo, ma non solo, anche il lavoro di postproduzione fine non viene svolto nella fase precedente la realizzazione del libro dei provini, ma successivamente.

 

La postproduzione fine

La postproduzione fine è una delle parti più belle e affascinanti del nostro lavoro. Trasforma un’immagine in una foto, trasforma uno scatto in un ricordo. Anche in questo caso il più delle volte operiamo nell’ombra, attuando delle modifiche sottili e spesso impercettibili agli occhi dei clienti, ma che fanno sì che quello che facciamo diventi un prodotto professionale ed esteticamente ineccepibile. Qui sotto trovate alcuni esempi di “prima e dopo”, ovvero di una foto così come viene presentata nel libro dei provini (bilanciata, ritagliata se necessario…) e come viene poi inserita nell’album degli sposi. Notate in cosa sono diversi? Molto spesso sono impercettibili, quasi invisibili ad un occhio non esperto…ma sono proprio queste impalpabili modifiche fare la differenza.

 

No Comments

Post A Comment